archivio

Archivio mensile:marzo 2012

Cortometraggio realizzato e PRODOTTO dalla Libera Università del Cinema di Roma REGIA di Ermelinda Coccia CON Emanuela Taschini e Raffaele Castria ITALIA 2008

SINOSSI: Il trillo di un telefono, una donna che sale le scale di un condominio con il cellulare schiacciato sull’orecchio e una ciabatta per la corrente che le pende da una mano. E’ l’inizio di una preparazione ossessiva ad un mondo irreale, minuziosamente architettato per conseguenza ad una società alienante e consumista. E’ l’inizio di una corsa asociale che rifiuta ogni tipo di contatto esterno alla propria intimità, trovando rifugio nel sogno illusorio di una vita parallela. Una vita dettata da un mezzo di comunicazione di massa, che addormenta. Un tango appassionato, un uomo che sembra caduto dal cielo e che cancella la tensione provocata da qualcosa di ignoto. Nel finale, lo sguardo inquietante della protagonista che rivolge al pubblico la sua consapevolezza.

Annunci

Vivo è una ricerca sul senso della vita raccontato da personalità differenti e sconosciute fra loro. Le persone intervistate, raccontando uno spaccato importante della loro vita o un semplice aneddoto, lasciano in video il senso profondo e personale della loro esistenza. Piccoli modi di vivere accostati gli uni agli altri, che creano nell’insieme, la sensazione di una verità univoca dell’essere nel mondo per un motivo.
L’uomo, almeno una volta nella vita si è chiesto: perché vivo?
Ognuno porta in se un’ipotetica risposta, accostata alla propria singolare esistenza. Ma nel senso più ampio, cosa significa vivere? Avere la possibilità di delineare un percorso specifico nel mondo fin dalla nascita. Cosa spinge ognuno di noi a costruire qualcosa con amore e volontà, consapevoli che ogni nascita porta con se una morte? Cosa ci spinge alla ricerca di una soddisfazione pur sapendo che il nostro percorso ha già una data di scadenza?
Questa ricerca non vuole trovare una risposta a queste domande ma scoprire la delicatezza insita nell’individualità della vita di ognuno di noi. Scoprire il filo che regge le domande che ci poniamo e che ci porta a rispondere alla morte con un “ne vale la pena” o un “voglio sorridere finché dura”. Quindi le domande che si pone la ricerca e che nelle persone intervistate trovano risposta sono “perché sorrido?”, “Perché ho volontà di soddisfare delle aspettative? “, “Perché amo?”, “Perché mi affanno a compiacermi del mio percorso prima che termini e con la consapevolezza che terminerà?”.
Persone e personalità che si spogliano di fronte ad un obiettivo per far si che il loro non sia un esempio ma sia un ponte fra la loro esistenza e quella di chi la ascolta. Un ponte che rivela e regala al mondo la consapevolezza di essere nati per un motivo.
Il senso della vita individuale che si unisce all’individualità degli altri creando un’unicità. Quell’unicità forse racchiusa nella forza che ognuno di noi ha nel piccolo istante in cui sorride.

Il film, totalmente autoprodotto, dalle riprese all’editing finale, è sostenibile per le spese di stampa, sul sito http://www.produzionidalbasso.com, dove chiunque può diventarne co-produttore, prenotando una quota di soli 10 euro.

clicca qui per vedere l’estratto del film